South Carolina

Il clima, il prezzi bassi, le spiagge e il golf sono solo alcune delle ragioni per le quali organizzare una vacanza in South Carolina. La cucina e l’ospitalità sono fra le migliori negli USA, e non a caso la rivista Conde Nast Traveller ha classificato la città di Charleston fra le 10 destinazioni più popolari dei viaggi negli Stati Uniti.
Il South Carolina è stato visitato per la prima volta dagli spagnoli, ma quasi da sempre abitata dagli inglesi, che fondarono la città di Charleston: è da qui che iniziò la Guerra Civile Americana, oggi oggetto di molti musei nella città.

La città di Charleston e i Magnolia Gardens

La pittoresca città di Charleston ha 73 edifici pre-rivoluzionari e 136 edifici del diciottesimo secolo. Oltre 600 edifici sono stati costruiti prima del 1840 e sono tutt’oggi in piedi. Charleston ospita in primavera il rinomato Festival Spoleto, che include numerose presentazioni di opera, jazz, teatro, danza e musica sinfonica.
La città è inoltre circondata da spiagge che brulicano di turisti quasi in ogni epoca dell’anno.
Nelle guide turistiche internazionali vengono spesso segnalati i Magnolia Gardens come luogo da visitare mentre si è in vacanza nel South Carolina. Si tratta di un immenso giardino tropicale, che ospita tantissimi tipi di uccelli acquatici.

Myrtle Beach e il golf

Myrtle Beach è considerata dagli americani come una delle destinazioni marine “top” di tutto il Paese. Si tratta di una spiaggia di sabbia bianca lunga quasi 100 km. La parte nord della cittadina è dedicata ad un turismo giovanile, mentre la parte sud ha una atmosfera di stampo più familiare.
Myrtle Beach si è aggiudicata anche il titolo di Capitale Mondiale del Golf. La temperatura favorevole tutto l’anno, la presenza di più di 100 campi da golf e i prezzi bassissimi ne fanno una delle mete più ambite dagli sportivi di tutto il mondo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>