L’autorizzazione ESTA per viaggiare negli Stati Uniti

Nel momento in cui si pianifica un viaggio negli Stati Uniti, oltre a tenere conto dei rafforzamenti delle misure di sicurezza negli aeroporti, è molto importante conoscere i requisiti necessari per poter entrare nello stesso paese, visto che i controlli immigratori e doganali sono molto esigenti.

Di seguito elenchiamo i punti più importanti, tra i quali l’autorizzazione ESTA, da considerare se ci si vuole recare negli Stati Uniti. Tale autorizzazione è un requisito fondamentale per il tuo viaggio in America, quindi ti consigliamo di leggere attentamente quanto segue.

Viaggiare negli Stati Uniti senza visto

L’Italia è uno dei pochi paesi al mondo i cui cittadini possono recarsi negli Stati Uniti per affari o turismo per un massimo di 90 giorni senza l’obbligo di richiedere un visto. E’ necessario disporre di un biglietto aereo di andate e ritorno e bisogna comunque soddisfare alcuni requisiti legali, come quello di non essere mai stato condannato per determinati reati.

L’autorizzazione ESTA

Compilare il modulo ESTA online

Tuttavia, dal 20 marzo 2010, per recarsi negli Stati Uniti è obbligatorio soddisfare un requisito indispensabile, che è quello di compilare la domanda ESTA, sigla che in inglese sta per Sistema Elettronico per l’Autorizzazione del Viaggio negli Stati Uniti. Dall’8 settembre 2010 è necessario pagare anche una tassa di 14 dollari.

La domanda ESTA si compila su internet attraverso del sito web del Dipartimento di Sicurezza delle Dogane degli Stati Uniti, e deve essere compilato da ciascuna persona che si reca negli Stati Uniti, bambini inclusi.

Prima di compilare la domanda, bisogna effettuare il pagamento online, esclusivamente con carta di credito o prepagata MasterCard, VISA, American Express o Discover. Dopo aver accettato una dichiarazione di non responsabilità, si accede alla domanda che va riempita con i dati personali, del passaporto e del volo e degli indirizzi nei quali andremmo a soggiornare (di solito, quella dell’hotel).

Approvazione dell’autorizzazione per recarsi negli Stati Uniti

Una volta riempita la domanda ESTA, normalmente l’autorizzazione viene concessa immediatamente assieme ad un numero di riferimento che dobbiamo stampare e conservarla nel passaporto.

E’ possibile che l’autorizzazione ci impieghi più tempo ad essere concessa, di solito fino a 72 ore. Per conoscere lo stato della nostra richiesta in questi tre giorni, attraverso lo stesso sito web bisogna fare clic su “Recuperare un’autorizzazione a recarsi negli Stati Uniti inoltrata precedentemente per una o più persone”.

Se dopo aver riempito la domanda o dopo le 72 ore non ci viene concessa l’autorizzazione a recarsi negli Stati Uniti, non significa che non sarà possibile viaggiare, ma che bisogna recarsi all’Ambasciata degli Stati Uniti più vicina per chiedere spiegazioni o un visto.

L’approvazione dell’autorizzazione non ci garantisce l’ingresso negli Stati Uniti: manca ancora il processo, a volte ingombrante, di passare la dogana dell’aeroporto.

L’autorizzazione vale per due anni, durante quali non è necessario richiederne un’altra per tornare negli Stati Uniti.

Maggiori informazioni: Domandi frequenti sull’ESTA

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>